logo-masseria-appia-traiana

Top

TERRITORIO

masseria-appia-traiana-azienda-agricola-tateo-casale-ostuni-brindisi-vista-cittadina

Ostuni

Sorge sulla cima di un colle a pareti ripidissime, e il suo nome, secondo la tradizione, deriva dal greco “Astu-neon“, città nuova, costruita con ogni probabilità – circa duemila anni fa – sui resti di una città più antica.

D’altro canto, la posizione invidiabile, e facilmente difendibile, ha certamente attirato l’attenzione dei Messapi, costruttori di città e di strade: un abitato del IV-II secolo a. C., che doveva estendersi sulle pendici e nella piana sottostante il colle, è documentato dal rinvenimento di tombe al mercato Boario, a villa Nazareth, alla Rosara, a Santo Stefano.

La via Appia Traiana

I lavori per la costruzione della via Appia iniziarono nel 312 a.C. per volere del Console Appio Claudio Lucio. Il percorso originale dell’Appia Antica collegava l’Urbe (partendo vicino alle Terme di Caracalla) con Ariccia, il Foro Appio, Terracina, Fondi, Itri, Formia, Minturno, Mondragone ed infine Capua.

Successivamente la strada venne ancora ampliata (190 a.C.) fino a Benevento (Beneventum) e Venosa, che venne fondata a quell’epoca e popolata da 20.000 contadini romani. In epoca successiva, la strada venne prolungata fino a Taranto e Brindisi.

via-appia-traiana-antica-strada-romana-ostuni-masseria-brindisi
via-appia-traiana-antica-strada-romana-ostuni-masseria-brindisi

La via Appia Traiana

I lavori per la costruzione della via Appia iniziarono nel 312 a.C. per volere del Console Appio Claudio Lucio. Il percorso originale dell’Appia Antica collegava l’Urbe (partendo vicino alle Terme di Caracalla) con Ariccia, il Foro Appio, Terracina, Fondi, Itri, Formia, Minturno, Mondragone ed infine Capua.

Successivamente la strada venne ancora ampliata (190 a.C.) fino a Benevento (Beneventum) e Venosa, che venne fondata a quell’epoca e popolata da 20.000 contadini romani. In epoca successiva, la strada venne prolungata fino a Taranto e Brindisi.